Cavaion Veronese

Tra vigneti e uliveti, ville patrizie e antiche chiese. La ricchezza di Cavaion Veronese

Cavaion Veronese è un caratteristico paesino adagiato sulle dolci colline venete, ricoperte di vigneti e olivi.

Un paesaggio campestre dove trova spazio un patrimonio storico e architettonico di gran pregio, fatto di ville di grande bellezza, costruite dalla nobiltà terriera tra il XVI al XIX secolo. Sono dimore patrizie, in vari stili architettonici, che armonizzano completamente colla natura e danno vita al lirismo della campagna veneta, così densa di suggestioni romantiche.

Cavaion è un piccolo paese dalla lunga storia: il primo insediamento risale all'età del Bronzo e si trovava nei pressi dello stagno di Ca' Nova, ai piedi dell'attuale paese. Presso il Museo Archeologico in Municipio sono conservati notevoli reperti archeologici di questa antica civiltà.

È durante l'occupazione romana, intorno al I sec. a.C., che Cavaion inizia a diventare un centro più importante. A quel tempo vennero costruite ville fattorie che, attraverso lo sviluppo dell'agricoltura, mutarono radicalmente il paesaggio. Alcune splendide ville antiche che oggi possono essere ammirate a Cavaion sorgono proprio sui resti di quelle dimore romane.

Durante i secoli nel paese si alternarono varie dominazioni tra cui le più importanti sono quella longobarda e quella franca. Nel medioevo Cavaion è parte della signoria degli Scaligeri. Poi dal 1405 passa nel grande dominio della Repubblica di Venezia e vi rimane per 400 anni. L'ultimo dominio prima dell'Unità di Italia fu austriaco.

Per ricostruire la storia di Cavaion si può visitare il piccolo museo archeologico nel Municipio che raccoglie preziosi reperti preistorici e romani, ma anche compiere un itinerario per le numerose chiese del paese: la Chiesa di san Michele del IX secolo, la chiesa di Giovanni Battista del XIII secolo, ancora la Chiesa di santa Croce in stile romanico, la Chiesa di San Martino a Villa Cordevigo del Cinquecento e quella di San Gaetano del 700.
Imperdibile poi il tour delle ville che i nobili veneti si costruirono nelle loro tenute per poter trascorre il loro tempo libero a contatto con la natura, ma anche per sorvegliare le loro aziende agricole; tra le tante citiamo: Villa Cordevigo, Villa Ravignani, Villa Trombetta, e Villa Bonazzo.